HAUST VOLK FEST: TUTTE LE IMMAGINI DI UN EVENTO RIEVOCATIVO UNICO IN ITALIA

13 Dicembre 2023
2 mins read

Non è stato solo il fornitissimo punto di ristoro con offerta di gastronomia e bevande a fare di questa due giorni un vero richiamo per tutti gli appassionati del genere. Le proposte culturali, formative e di divertimento, assieme al richiamo religioso del paganesimo nordico europeo e non solo, sono state molteplici per un evento che resta il primo in regione che ha mantenuto le promesse: grande soddisfazione per le proposte delle attività rievocative, attività di living history per i bambini, conferenze  sulla storia dei popoli germanici in Italia ed in Trentino ed una sessione di musica scaldica (musica poetica del medioevo scandinavo) con l’artista per eccellenza di questo genere, il genovese Svartálfar.

Dalle 10 del mattino l’apertura manifestazione e del campo storico medievale con la presenza di un mercato artigianale storico ha aperto le danze a tutta la nutrita serie di proposte per i visitatori, a partire dalla dimostrazione di combattimento a cura dei gruppi storici “Tridentum Farae” “Hird Hafn Rome” e “Valhalla Viking Victory”. 

E ancora la dimostrazione di falconeria: Un falco per amico: una serata per conoscerlo a cura dell’associazione Harpia Trento”, la celebrazione del raccolto a cura delle International Wolfsangist Communities e “Il pane dei germani”, dimostrazione per bambini dai 5 ai 13 anni. Non è mancato il momento di approfondimento con la conferenza di presentazione della casa editrice “Midgard” di Fabrizio Bandini.

Il gioco era una parte importante della vita sociale dei popoli germanici: veniva praticato in ogni occasione sia mondana come matrimoni e feste varie che in situazioni più formali come riunioni ed assemblee.

Per i Germani, infatti il gioco non era solo svago come lo è oggi per la nostra società: per i popoli germanici esso aveva anche valenza di dimostrazione di coraggio, forza, astuzia ma soprattutto dimostrava se una persona fosse stata o meno favorita dagli Dèi.

Il vincitore infatti non lo doveva solamente alla e sue capacità fisiche ma soprattutto all’aiuto degli Dèi che lo avevano favorito, per questo la sfida legata al gioco aveva una valenza anche politica tanto che nella storia non è raro trovare casi di duchi o re nominati in base alla loro capacità di vincere al gioco della Hneftafl o alla lotta (Glima).

Il pane dei germani: l’attività ludica e formativa dedicata a bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni seguita dall’associazione Tempio del Lupo ha permesso ai giovanissimi di immedesimarsi, proprio come piccoli vichinghi, in un’era in cui a qualsiasi età le abilità manuali erano fondamentali per apportare il proprio contributo alla vita della comunità. Circa una quindicina di bimbi hanno partecipato mettendo letteralmente le “mani in pasta” per poi assistere al procedimento di cottura del pane d’orzo sul focolare.

La Rievocazione del passato è la cultura del presente: parlare della congiunzione tra la realtà di ieri e quella di oggi attraverso la divulgazione dei contenuti e della lettura è stato l’obiettivo della conferenza di presentazione dell’attività editoriale di Midgard Edizioni alla presenza dell’editore Fabrizio Bandini.

L’importanza della celebrazione: il Blòt, a ricordare le ricorrenze della ruota dell’anno e della ciclicità delle stagioni in devozione agli Dei, alla presenza dei tanti visitatori accorsi per l’occasione e per comunicare la forza della spiritualità religiosa che caratterizzava i popoli antichi del Nord Europa.

Autore

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Go toTop